Breaking News
Home / Cinema / STRESS? NO GRAZIE, MEGLIO UN BUON LIBRO E DUE RISATE

STRESS? NO GRAZIE, MEGLIO UN BUON LIBRO E DUE RISATE

Addolcire la pillola della quarantena è possibile, rendiamo fertile il terreno dell’isolamento

di Damiano Rulli

Come gestire lo stress in questo periodo di quarantena?
Il Consiglio Nazionale Ordine Psicologi ha messo a nostra disposizione una guida, che potete scaricare qui https://d66rp9rxjwtwy.cloudfront.net/wp-content/uploads/2020/03/Guida-anti-stress-per-i-cittadini-in-casa.pdf dove vengono riportati 20 consigli pratici che possono aiutarci a superare indenni il periodo di isolamento.

Tra i suggerimenti dati c’è questo: “Sembra importante sottolineare piccoli gesti ed abitudini regalando loro spazi e tempi differenti: il rito della colazione, le grandi e piccole abluzioni, la cura del nostro corpo, la lettura dei quotidiani (senza sovraesporsi a notizie ansiogene), le pause caffè, l’aperitivo serale, il preparare i pasti, l’organizzare il tempo da dedicare ad un buon film o alla lettura di un libro oltre certamente ai tempi di lavoro. In questo particolare momento ognuna di queste (ed altre) attività riconquista dignità e tempo”. “Organizzare il tempo da dedicare ad un buon film o alla lettura di un libro” poi dedicare del tempo anche ad altre attività che possono essere il bricolage, modellismo o ascoltare musica. Al riguardo vogliamo suggerirvi dei film, libri e musica da ascoltare che possono rallegrarvi la giornata, ridurvi lo stress da quarantena e perché no, farvi conoscere cose nuove.

Iniziamo con i film, solo commedie o comici perché come recita un detto popolare “ridere fa bene” uni particolare modo in un periodo difficile come questo, poi in un successivo articolo continueremo con i libri e la musica.
Vi cito una frase di Rocco Papaleo pronunciata in un intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, che potete leggere qui https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/03/15/rocco-papaleo-per-ridere-soli-lunico-e-sempre-carlo-verdone/5737148/, “Carlo è l’unico a farmi ridere anche da solo” per Carlo intende il mitico Verdone.

Mario Brega e Carlo Verdone – Borotalco (1982)

Allora dovete vedere o rivedere ancora:
“Bianco Rosso e Verdone”, con un Mario Brega fuori le righe ed una Sora Lella insuperabile.
“Un sacco bello”, “Troppo Forte” con il grande Alberto Sordi, “Acqua e Sapone”, se non sapete cosa significa ATAC vi siete persi uno dei momenti più divertenti della commedia italiana, “Borotalco” con Angelo Infanti ed il suo “Mi imbarcai su di un cargo battente bandiera liberiana” passato alla storia del cinema italiano, per non parlare di “Gallo Cedrone”.

Merita una citazione a parte quello che penso sia stato uno dei migliori se non il migliore film di Carlo Verdone “Compagni di Scuola”, opera corale con un gruppo di bravissimi attori e con Fabris che deve andare in giro con un “certificato ma de l’ufficio di igiene” e comunque penso che anche noi dopo la quarantena avremo “un crollo, d’ottavo grado della scala mercalli”.

Angelo Bernabucci e Fabio Traversa – Compagni di scuola (1988)

Oltre a Carlo Verdone vi suggerisco di guardare i primi film di Aldo, Giacomo e Giovanni e appena disponibile legalmente nel web non lasciatevi sfuggire “Odio l’estate”.
“Tre uomini ed una gamba” è divertentissimo, dove molte scene e frasi sono entrate nella vita di quasi tutti noi:
“Finisco la peperonata e scendo”
“Alle otto la peperonata? A mezzogiorno topi morti?”;
“Lei è un ignorante”
“Ma come si permette?”
“È un ignorante nel senso che ignora”
“E lei un imbecille, nel senso che imbelle”;
Come si può non citare l’inganno della cadrega o la scena con il professorone di stirpe…..
Lasciamo stare altrimenti vi scrivo tutto il film.

Aldo Baglio – Tre uomini e una gamba (1997)

Passiamo alla commedia americana dove merita un posto d’onore il grande Mel Brooks che ha fatto ridere al cinema ed in teatro intere generazioni.
“Frankenstein Junior” un capolavoro in bianco e nero di comicità da vedere assolutamente.
“Robin Hood uomo in calzamaglia”, basta il titolo per capire di cosa stiamo parlando.
“Balle Spaziali”, “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” sono solo alcuni tra i titoli più famosi dei suoi film.

Marty Feldman – Frankenstein Junior (1974)

Ritorniamo in Europa per l’esattezza in Francia dove negli ultimi anni un comico ha fatto parlare di se grazie a film divertentissimi che hanno avuto un discreto successo anche da noi, stiamo parlando dell’attore Dany Boon, forse non riuscire ad associarlo a qualche film in particolare ma se vi dico “Benvenuti al Sud”, commedia divertentissima con Claudio Bisio e Alessandro Siani? Ebbene il film è il remake di “Giù al Nord” con Dany Boon. Altri film con lo stesso attore sono:
“Tutta colpa del vulcano”, “Supercondriaco”, “Un tirchio quasi perfetto”.
Per ora mi fermo qui. Nel prossimo articolo vi parlerò di una coppia di scrittori censurata in Italia ma che ora sta avendo un discreto e meritato successo.

Check Also

NUOVI CASI DI CORONAVIRUS, LA TESI DI ISAC BEN ISRAEL

Il presidente dell’Agenzia Spaziale Israeliana ancora sulla distinzione tra portatori e malati. I nuovi aumenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *