Breaking News

FUORI IL NUOVO SINGOLO DI GUASTO

Dal 24 giugno 2022 è disponibile in rotazione radiofonica “Funkyland” (NyNa City 91 records), il nuovo singolo di Guasto, già disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitali dal 10 giugno

Il brano “Funkyland” prodotto da Antonio De Carmine e Mauro Spenillo, alias Principe e Socio M., è un racconto che ci porta a fare un viaggio su quel pianeta fatto di grooves, rhodes, fender bass and guitar, synth, archi, che richiamano sonorità di uno stile ben definito, tra varie citazioni musicali famose dove ri-troviamo George Benson, Bee Gees, Diana Ross, EWF., Kool and the Gang, passando per Jovanotti e respirando alcune atmosfere partenopee vicine a Pino Daniele.

La canzone oltre ad essere un omaggio ad alcuni giganti di questo stile musicale, ci proietta in quella meravigliosa terra ideale, dove potersi rifugiare, danzare e ballare in piena libertà “in questa realtà scadente” – per citare il ben più noto concittadino e celebre regista Paolo Sorrentino, nel suo film “È stata la mano di Dio”. (Quella stessa mano che ritroviamo nel video Funkyland)

L’artista descrive così il brano: «FUNKYLAND: bella Napoli, balla Napoli, “diversa e insolita”, se si pensa ai soliti cliché che solitamente accompagnano le immagini di questo golfo! “THIS IS FUNKYLAND!”».

Il videoclip di “Funkyland” diretto da Alessandro Freschi – Frè, vede Guasto, protagonista di un tour per Napoli, che si trasforma in un volo musicale che parte dalla città e si dirige verso il pianeta FUNKYLAND. È un viaggio simbolico in una terra ideale, quella partenopea e Guasto lo fa girando per la città, con i suoi occhiali magici, da visionario, che gli consentono di trasformare ogni luogo intorno in mille colori – “NAPULE, MILLE CULURE” – Partenope, ricca di storia, di personaggi illustri e artisti famosi, che si mescolano ai nomi degli artisti che vengono citati nel brano.

Guasto, con la sua “anima funkyland”, si muove tra quelle mura antiche, tra i palazzi, nei vicoli, sotto a quei meravigliosi monumenti, di fronte a quel vulcano, il Vesuvio, davanti a quel mare, aggiungendo nuovi colori musicali e danza libero da qualsiasi pregiudizio e stereotipo, divertendosi e cantando, ballando sulle note della sua colonna sonora, moderna, con le sue ali, e rispettosa delle proprie radici e meravigliose tradizioni.

Check Also

NEJA ALL’ARENA DI VERONA DOPO 23 ANNI

Con “Restless”, indimenticabile hit degli anni ’90, sarà tra le protagoniste della terza serata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *