Breaking News

A TU PER TU CON GIULIANO CRUPI/INTERVISTA

Mediafrequenza incontra l’artista che ha da poco pubblicato il nuovo singolo intitolato “L’amore è inopportuno

“L’Amore è inopportuno” è il titolo del nuovo singolo di Giuliano Crupi, in radio e su tutte le piattaforme digitali da venerdì 8 aprile. Un brano che mette in evidenza e sviscera l’amore in tutte le sue forme, sia che si tratti di relazioni di coppia, di amicizia o di amore universale. Per amare in modo totalmente inopportuno, visceralmente, senza aspettative, è necessario abbandonare il raziocinio, accettando il suo totale dominio su di noi.
Questa è la vera strada dell’Amore, questo è il messaggio che con energia, colore e vibrazioni positive vuole trasmettere la canzone.

Come ti sei avvicinato alla musica?

Mi sono avvicinato alla musica sin dall’infanzia grazie ai miei genitori in primis, amanti della musica classica, jazz, cantautorale. Ho respirato sempre musica di ogni genere in casa e l’ambiente in cui si cresce, influisce sempre tanto lo sviluppo della naturale tendenza di un bambino a un’arte piuttosto che a un’altra qualsiasi disciplina.

C’è un artista che ti ha ispirato più di altri nella scrittura?

Non riuscirei a individuarne solo uno e non so se mi hanno ispirato nella scrittura perché ho cercato sempre di ascoltarli senza “ancorarmi” in modo particolare, proprio per la paura che la mia musica ne fosse eccessivamente condizionata. Volevo trovare una mia identità specifica di scrittura e credo di esserci riuscito, anche se mi sento in continua crescita e evoluzione. Alcuni artisti in particolare sono: Fabrizio De André, Niccolò Fabi, Lucio Dalla e Lucio Battisti e Mia Martini, gli ultimi due più nel modo viscerale di vivere le canzoni che per la scrittura che hanno quasi sempre affidato ad altri.

Il tuo singolo si intitola L’Amore è inopportuno. Perché inopportuno?

L’Amore, come la vita, deve essere anche inopportuno per farti evolvere. Passare per il dolore, per le ferite, per la sofferenza è inevitabile. Se ti schermi, rifiutando quel passaggio obbligato, evadendolo, non crescerai mai e non potrai amare mai davvero. L’Amore è inopportuno perché devi essere pronto anche a soffrire e devi abbandonarti totalmente alla sua potenza con rassegnazione e accettazione. Devi accettare il suo essere totalmente inopportuno per renderti conto che, accettandolo, diventa opportunità e amore universale e disinteressato.

I tuoi testi costituiscono una composizione armonica che nel viaggio, nell’osservazione del mondo, nel dialogo delle idee, trova la sua cifra specifica. Come si sviluppa il loro andamento?

Una canzone è la metà di un percorso, interno ed esterno, di esperienze, di vissuto, di vita, d’amore, di dolore, di incontri, di viaggi, di introspezione, di emozioni, di cambiamenti, di osservazione. Tutto genera parole e riflessioni che, ad un certo punto, hanno bisogno di manifestarsi in un momento etereo, spirituale, molto intimo. Lì nasce la canzone e lì, ogni volta, rinasci un po’ anche tu.

Nel videoclip racconti dell’importanza della donazione di sangue. Quando hai deciso di diventare un donatore?

Sono un donatore di sangue da più di un anno ormai e l’ho deciso perché era da moltissimo tempo che sentivo di volerlo diventare, ma una serie di paure e titubanze mi bloccavano. Grazie al mio percorso di psicoterapia, in cui, tra le tante cose, ho affrontato anche questa mia paura, sono riuscito a superare tutto ed ecco qui che ritorna il tema di cui sopra: per evolvere, devi affrontare il buio, il trauma, la paura. E al di là della paura, tutto diventa magnifico. Grazie al superamento di questa paura, non solo sono diventato donatore di sangue, non solo ho portato altre persone a diventarlo, ma ho legato talmente tanto con l’Associazione con cui dono “La Rete Di Tutti OdV” e col Presidente Felice di Iorio che, insieme, siamo riusciti a realizzare il videoclip de “L’Amore è inopportuno”, ottenendo permessi per girare in ospedale, patrocini importanti e un mare di attenzione e di stima intorno.

Prossimi progetti?

Questi ultimi due mesi sono stati intensissimi e la mia partecipazione come testimonial per l’Earth Day su Raiplay è stato l’ultimo degli impegni dall’uscita del singolo lo scorso 8 aprile. Ora è tutto in divenire e arriveranno altri live, questa è sicuramente la prossima meta.

Check Also

DAVID KOLLAR and ARVE HENRIKSEN present: A SENSE OF DESTINY

AVAILABLE IN STORES AND ONLINE SEPTEMBER 20, 2022 AND THROUGH HEVHETIA Records. Dedicated to Jozef …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *