Breaking News

MOSBY EUGENIO BOLLANI, NUOVO LIBRO CON SORPRESA

C’erano Rossini, l’amico di Leopardi e Tolentino”, disponibile il quinto libro di MOSBY EUGENIO BOLLANI su Amazon sia in formato Kindle che fisico con copertina flessibile e una gradita sorpresa sorpresa: Il libro per il Natale 2021 “C’erano Rossini, i Re Magi e il Presepio”

Nella quinta avventura “C’erano Rossini, l’amico di Leopardi e Tolentino”, Francesco Rossini e Ginevra Conti sono chiamati da alcuni amici nelle Marche per realizzare un video tratto dalla sceneggiatura scritta da Angelo Laporta l’anima saggia e siciliana del caleidoscopio di amicizie che compone la “Banda Rossini”. Come sempre qualche cosa non va come deve andare, ma l’intuito e l’osservazione di Francesco porterà questa volta ad una sorprendente soluzione. Nel frattempo nei giorni marchigiani, Francesco si innamorerà del Ciauscolo, dei Vincisgrassi, di una focaccia d’Este e di un Serrapetrona, un rosso da far perdere la testa.

Ma non solo, scoprirà come sono fatte le mascherine del Covid, tornerà a stupirsi a Recanati, della poesia di Giacomo Leopardi e di quel desiderio di infinito che lo ispirerà nella soluzione dell’ennesimo inghippo. Ma non è tutto, il grande Circus Rossiniano, sarà popolato da giovani millennials, attrici affascinanti, angeli che portano case, droni che portano cibo, elicotteri che portano amici, il fido amico Bond e da Max Borghese un tizio che porta la bombetta. Tutto sotto gli occhi verdi della bellissima Ginevra e del tostissimo Comandante Marida della stazione dei Carabinieri di Tolentino. Si aggiunga per finire San Nicola, un cagnolino, un Ponte del Diavolo e l’avventura è presto servita.

Ma c’è di più… per Natale Mosby Eugenio Bollani ha scritto un racconto speciale sul Natale. Il protagonista di questa nuova avventura di Francesco Rossini è il presepio perché a Montanea sull’altipiano della Paganella, si è deciso di organizzare un grande presepe vivente. E questa è l’occasione per Francesco e i suoi amici di scoprire tutti i grandi segni e significati di quell’istantanea che racconta il grande incontro nella storia tra Dio e l’uomo.

Photo by Antonio Mulè

E quindi, perché i Re Magi sono tre, perché c’è il bue e l’asinello, perché luna lavandaia, perché ci sta un pastore che dorme in mezzo a tutti quei canti angelici? Ecco, dentro questa piccola grande avventura che ha per titolo: “C’erano Rossini, i Re Magi e il Presepio” anche questa volta, Francesco inciamperà in una statuina che generalmente non è rappresentata ovvero la statuina del male. Riuscirà a toglierla dal presepio?

Check Also

OLEOTURISMO, IL VALORE DELLA CULTURA AL CENTRO DELL’ECONOMIA

Verrà presentato nel pomeriggio di martedì 29 novembre a Palazzo Giustiniani di Roma il libro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *