Breaking News

FARI ACCESI SUL TEVERE IN OMRA

“Tiberis: L’altra faccia del Tevere” è il terzo libro di Matteo Luciani, ecobiologo e fotografo. Un emozionante viaggio alla ricerca della profonda essenza del Tevere

Il libro racchiude la storia di un viaggio durato tre anni alla scoperta del Tevere inedito e sfata la percezione comune di un corso d’acqua simbolo di degradoMatteo Luciani ha infatti percorso gran parte dei 406 chilometri lungo i quali si snoda il fiume, dalle sorgenti fino alla foce, raccontando un aspetto del Tevere rimasto nell’ombra: la sua biodiversità, col suo valore ecologico, naturalistico e paesaggistico. 

Dalle sorgenti tra le faggete del Monte Fumaiolo, dove è un piccolo corso d’acqua che dall’appennino Tosco Romagnolo scende a valle verso la Toscana con i suoi riflessi “poetici”, il Tevere prosegue verso l’Umbria dove diventa man mano sempre più lento e possente.

Qui attraversa le selvagge gole del Forello, luogo della sua “rivincita estetica”, fino al lago di Alviano in cui “le numerose specie animali creano un’autentica orchestra di canti, in un dipinto fatto di colori che si mescolano e mutano in continuazione”. Dall’Oasi d’Alviano il Tevere entra nel Lazio, passando per la Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere Farfa. A Roma, tra i suoi muraglioni riverbera ancora la bellezza della natura che rallenta la frenesia della quotidianità. Infine, l’incontro col mare.

Check Also

OLEOTURISMO, IL VALORE DELLA CULTURA AL CENTRO DELL’ECONOMIA

Verrà presentato nel pomeriggio di martedì 29 novembre a Palazzo Giustiniani di Roma il libro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *