Breaking News
Home / Musica / Il mondo Indie / WHITEBABY, UN RAPPER IN TAXI

WHITEBABY, UN RAPPER IN TAXI

“TAXI”, il nuovo brano dell’artista fiorentino è sdisponibile in radio e sulle piattaforme digitali

Un brano che racconta una storia d’amore e odio tra l’artista e una Lei sconosciuta, ma ha l’obiettivo di far divertire e ballare con delle sonorità moderne.
Un incontro di suoni a cui hanno contribuito i produttori Emanuele Cotto e Alberto Mantelli.

Spiega l’artista a proposito del suo brano: «Per “Taxi” mi aspetto un buon feedback dagli ascoltatori. L’idea era quella di uscire con un pezzo che facesse divertire e siamo soddisfatti del risultato finale. Naturalmente non deve essere un punto d’arrivo, ma solo un tassello del puzzle, puntando a migliorare uscita dopo uscita. Molte persone, dopo aver visto i risultati ottenuti con “Non Piangere” staranno pensando che quella sia stata solo fortuna, ma dimostrerò che non è così, dimostrerò che mi merito tutto. Cantate e ballate “Taxi”, che spero possa essere un pezzo in grado di esaltare i vostri momenti felici e rendere meno amari i vostri attimi di tristezza».

Filippo Valgimigli, in arte WhiteBaby, è un artista Fiorentino del 2002. Approccia la musica molto presto, all’età di 12 anni, ma i suoi primi pezzi però verranno pubblicati quasi quattro anni più tardi. La prima vera soddisfazione arriva salendo sul palco del Viper, locale conosciuto a Firenze per aver ospitato molti degli artisti Hip Pop più importanti della scena italiana. Poco dopo arriva l’incontro con Oz Town, produttore molto conosciuto nel panorama Fiorentino, che segna la svolta della sua carriera artistica. Il 6 marzo 2020 viene rilasciato il primo singolo ufficiale “Non Piangere” in collaborazione con Pep, co-prodotto da Oz Town ed Etta Matters. A distanza di mesi è il turno della sua seconda release, “Taxi”, un singolo divertente e spensierato con sonorità influenzate dalla Trap, dall’Hip Pop e dalla Dance. Il brano sarà disponibile in digitale dal 18 settembre e in radio dal 25 settembre.

In occasione della pubblicazione del suo nuovo singolo “Taxi”, abbiamo fatto delle domande al rapper fiorentino WhiteBaby.

Quanto pensi che la poesia sprigionata da Firenze abbia influenzato la tua musica?

Non direi tanto la poesia in sé, quanto la città in generale. La città, dove nasci e cresci, ti marchia a vita. Sono fiero di essere fiorentino e la mia città è piena di stimoli per me, anche se non esiste una cultura Hip Hop molto forte.

Quale credi che sia la tua peculiarità in un panorama musicale omogeneo?

A differenza di molti miei colleghi sono molto versatile e so adattarmi a più suoni, quindi non esisteranno mai due canzoni “simili” di WhiteBaby.

Dove desideri che questo “Taxi” metaforico ti porti?

Quando ho scritto “Taxi” volevo lasciare come una nube sulla mia destinazione per far sì che ogni ascoltatore la potesse immaginare a modo suo. È stato il mio viaggio e ora è anche il vostro.

A livello di sonorità, i tuoi fan potranno aspettarsi anche altro?

Molto altro… Con Oz Town e Etta Matters stiamo cercando qualcosa di diverso, infatti è un processo lungo, ma quello che è uscito mi sta gasando veramente troppo.

WhiteBaby e Filippo sono la stessa persona?

WhiteBaby e Filippo per forza di cose non possono essere la stessa persona, dato una persona deve sapersi adattare alle situazioni e non può comportarsi sempre allo stesso modo. Diciamo che WhiteBaby è l’esagerazione di ciò che è Filippo.

Instagram: https://instagram.com/whitebabyy_?igshid=18qnwpfh7svbr

Check Also

Paolo Meneguzzi rompe gli indugi e torna con un nuovo singolo

Intitolato “Nel silenzio”, il brano appena uscito restituisce una fotografia più intimista del cantautore italo-svizzero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *