Breaking News
Home / Attualità / LA CANNABIS CONTRASTA IL COVID-19? SI PRENDANO COMUNQUE LE DOVUTE DISTANZE DI SICUREZZA

LA CANNABIS CONTRASTA IL COVID-19? SI PRENDANO COMUNQUE LE DOVUTE DISTANZE DI SICUREZZA

Recenti scoperte fanno emergere insospettate proprietà del noto estratto di canapa. Forse si profila un nuovo conflitto tra etica e medicina

di Damiano Rulli

I ricercatori dell’Università di Lethbridge Olga e Igor Kovalchuk hanno scoperto che alcuni estratti della cannabis possono aiutare le cellule a contrastare il coronavirus. Loro stessi ci spiegano come:

“Uno dei recettori, noto come ACE2 (enzima di conversione dell’angiotensina 2, uno degli ormoni coinvolti nei meccanismi di regolazione della pressione sanguigna), è una porta di accesso chiave per l’ingresso nel corpo del COVID-19”.

“Il virus ha la capacità di legarsi a questo enzima e di entrare all’interno della cellula, quasi come una porta d’accesso”.

“Ebbene, alcuni estratti della cannabis aiutano a ridurre l’infiammazione e a rallentare il virus”.
“Immagina che una cellula sia sia un grande edificio, i cannabinoidi riducono del 70% il numero di porte dell’edificio, quindi significa che le possibilità di accesso sono limitate e si hanno più possibilità per combatterlo”.

Gli estratti di cannabis potrebbero essere utilizzati in inalatori e collutori.

È importante specificare che non stiamo parlando dell’erba che vende il negozio sotto casa perché solo una piccola percentuale di estratti si è dimostrata efficace nella lotta al coronavirus. Questi estratti da loro sperimentati contengono alte concentrazioni di CBD, ma livelli molto bassi di THC.

Di conseguenza vi sconsigliamo di iniziare a fumare la cannabis, non ne avrete nessun beneficio.
La dott.ssa Olga Kovalchuk conclude l’intervista con queste parole:

“Dobbiamo portarlo alle persone per combattere la bestia”
Fonte: https://calgary.ctvnews.ca/southern-alberta-researchers-say-medical-cannabis-could-help-fight-covid-19-1.4906249

Check Also

EMERGENZA OSPEDALI, AL VIA IL 100° CONGRESSO SOI

Incentivare la diffusione dei tamponi antigenici rapidi per far tornare i reparti delle strutture ospedaliere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *