Breaking News
Home / Attualità / CORONAVIRUS E DISINFORMAZIONE, IL VETO DI FACEBOOK

CORONAVIRUS E DISINFORMAZIONE, IL VETO DI FACEBOOK

Il social più popolare indirizza l’utenza pubblica al sito del Ministero della Salute

Stop all’informazione indiscriminata su alcune delle piattaforme social. Dopo Twitter anche Facebook sposa la causa dell’informazione corretta e passa la patata bollente all’organo di maggior competenza in materia di salute, il Ministero della Salute. Toni esortativi per scoraggiare il bisogno bulimico di una comunità in preda a una vera psicosi con un chiaro invito a reindirizzarsi al sito più accreditato. Il primo ad annunciarlo è stato proprio il Ministro della Salute Roberto Speranza che sul proprio profilo Facebook ha sottolineato l’importanza di affidarsi all’informazione più corretta e istituzionale. Non potrà certo intendersi un atto coercitivo in controtendenza al regime democratico. La giungla del web in generale pullula di notizie e consigli medici indiscriminati, talvolta accompagnati da catastrofici risultati.

Check Also

KABUL, LA STORIA CHE NON INSEGNA

Torna in Afghanistan lo spettro dei diritti umani traditi dalle logiche del potere incontrollato dell’assuefazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *