Breaking News
Home / Cronaca del litorale romano / MARIJUANA, CHE OSSESSIONE

MARIJUANA, CHE OSSESSIONE

Due arresti in quattro mesi per lo stesso reato. Il recidivo italiano di Anzio interrogato questa mattina

di Damiano Rulli

Intorno all’ora di pranzo di lunedì 27 settembre, i Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno rinvenuto un’altra piantagione di marijuana traendo in arresto un soggetto italiano classe 1978 residente in via Prebenda di Anzio, disoccupato e con precedenti specifici.

Nell’ambito di una più ampia strategia di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti attuata dai Carabinieri della Compagnia di Anzio, in cui si inseriscono anche i controlli nel quartiere Europa, ieri i Carabinieri del NOR hanno ritenuto fosse giunto il momento di effettuare una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dello stesso, insospettiti dal forte onore dolciastro che proveniva da quella zona e dal viavai notato presso quell’abitazione.

L’esito della perquisizione è stato favorevole, in quanto sul retro del giardino sono state trovate varie piante di marijuana nel pieno del loro sviluppo, il cui solo fogliame ha restituito il peso di ben 5 kg di marijuana.
Oltre a questo i Carabinieri di Anzio hanno rinvenuto, in altri locali dell’abitazione, quasi 2,500 kg di marijuana già essiccata e pronta per essere suddivisa in dosi ed immessa sul mercato popolato prevalentemente da giovani e giovanissimi.

Il reo, responsabile della detenzione di complessivi 7,310 kg di marijuana e che era già stato arrestato sempre dai Carabinieri del NOR di Anzio nel mese di giugno per analogo reato (allora era stato trovato in possesso di 4,200 kg), è stato nuovamente arrestato con le accuse di coltivazione di sostanze stupefacenti e sarà trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Anzio fino all’udienza per direttissima che si terrà domani mattina nelle aule del Tribunale di Velletri.

Check Also

Ardea: ennesimo episodio di violenza!

Un ragazzo investe una donna, il figlio di lei la vendica sparando al guidatore dell’auto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *